Valori del Progetto

SOSTENIBILITÁ

Il progetto si propone come esempio di sostenibilità sviluppato nelle tre accezioni la costituiscono: sociale per il miglioramento dell’ accessibilità degli utenti; economica per la diminuzione dei costi per la gestione e la manutenzione; ambientale per il corretto inserimento nel contesto, per l’efficienza delle prestazioni energetiche e strutturati e perla totale reversibilità dell’ intervento.

SKYLINE

Il primo obiettivo, di natura culturale, che, con il progetto di riqualificazione, si vuole raggiungere è quello di non modificare lo skyline del ponte esistente. Sia il profilo inferiore, sotto il quale si passa navigando sui Canal Grande, sia quello superiore, che si staglia nel cielo e ha come sfondo, sui lati, gli edifici storici, rimangono pressoché immutati. Il rapporto tra le volumetrie del ponte esistente, le quinte architettoniche, l’acqua ed il cielo non cambia.

DESIGN FOR ALL

L’espressione “design for all” è ormai universalmente riconosciuta come unico modo eticamente corretto per progettare uno spazio o un oggetto al servizio dell’uomo: di tutti i cittadini del mondo, di qualsiasi età e cultura essi siano e con qualunque capacità motoria sensoriale e caratteristica fisica essi abbiano.

INNOVAZIONE

il progetto di riqualificazione del ponte vuole associare ed affiancare il termine innovazione, declinato nelle sue molteplici accezioni tecnologiche e culturali, a quello di conservazione e tradizione. Venezia ha oggi tanto da conservare perché nel passato è stata modello di coraggio e innovazione in campo artistico, tecnologico, imprenditoriale, culturale.

ACCESSIBILITÁ – PEBA - piano eliminazione barriere architettoniche

Un obiettivo, di natura etica, riguarda la necessità di rendere accessibile l’attraversamento del Canal Grande, attraverso il ponte, a tutti i cittadini, di Venezia e del mondo intero anche se, ovviamente, con modalità e difficoltà diversificate. Le rampe non sono più solamente costituite da gradini che costituiscono una barriera invalicabile per carrozzelle per disabili, carrozzina per bambini, carretti per trasportare le merci. La nuova rampa accessibile consente la percorribilità autonoma da parte di carrozzella motorizzata, ed una transitabilità, seppur faticosa, di quella movimentata da accompagnatori. Si può affermare che il nuovo ponte, se utilizzato nel modo corretto, fornisce una buona soluzione ad ogni esigenza di percorribilità.

TECNOLOGIE

L’obiettivo, di natura tecnica, da raggiungere riguarda la continuazione delle scelte strutturali e concettuali che sono state alla base della realizzazione dei ponte attuale, costituito da pochi elementi leggeri e aggregabili. Le nuove sovrastrutture che sosterranno le rampe saranno realizzate in acciaio ed avranno andamento radiale, armonizzandosi in modo coerente con la struttura esistente, che sarà sottoposta a restauro conservativo. Anche tutti gli elementi sono leggeri, modulari ed esenti, per quanto possibile, da appesantimenti formali non necessari.

CONSERVAZIONE

il progetto prevede che siano sostituite quasi esclusivamente le parti che sono in cattivo stato di conservazione, vale a dire le sovrastrutture lignee per le quali è impensabile, sia dal punto di vista tecnico che da quello economico, un restauro conservativo. La struttura portante in elementi reticolari in acciaio e i piloni di fondazione sono conservati inalterati.

RESTAURO

La proposta di riqualificazione ha l’ambizione di proporsi come progetto che risponde contemporaneamente alle istanze dei restauro monumentale, ma che consente all’architettura dei nostro tempo di dialogare in modo coerente con la storia, “trasformando” il bene storico nell’interesse degli utenti e delle mutate esigenze sociali. Un progetto che, in modo coraggioso ma non avventato, rende compatibili gli interessi della tutela e della conservazione storica con quelli di tutti i cittadini.

MANUTENZIONE

Un quarto obiettivo, di natura economica e gestionale, deve garantite costi molti molto bassi per la manutenzione. I trattamenti previsti sugli elementi metallici e la composizione delle doghe utilizzate per la pavimentazione garantiscono interventi manutentivi di modesta entità.

ILLUMINAZIONE

L’illuminazione artificiale del ponte viene realizzata tramite corpi illuminati a led, che oltre ad avere una altissima efficienza energetica garantiscono costi di manutenzione molto contenuti.

Trasparenza del processo

Tutto il processo di intervento sul ponte e il microfinanziamento sarà un processo trasparente e “tracciabile”

- Codice Etico

Sviluppo, creazione e diffusione del codice Etico dell’intero progetto

- Codice di Trasparenza della gestione delle singole società e della fondazione

Sviluppo, creazione e diffusione del codice di Trasparenza dell’intero progetto

- Codice di Responsabilità Sociale

Sviluppo, creazione e diffusione del codice di Responsabilità Sociale dell’intero progetto con particolare attenzione al PEBA - piano eliminazione barriere architettoniche